Conservazione e restauro

Laboratorio Di Conservazione, Restauro e Legatoria

Avviato nel 1958 e perfezionato nel 1982, il Laboratorio di Restauro e Conservazione si occupa della tutela del patrimonio documentario dell’Archivio Segreto Vaticano dagli agenti di degrado chimico, fisico e biologico. A tale scopo sottopone ad attente verifiche i locali destinati ad accogliere i fondi archivistici, valutandone i parametri climatici, la presenza di agenti biologici, la qualità dell’aria e l’illuminazione, e seleziona gli arredi e i contenitori idonei alla corretta conservazione. Il Laboratorio esegue inoltre interventi di restauro e legatoria per preservare l’integrità dei manufatti, impiegando tecniche e materiali sperimentati dai più importanti istituti di ricerca italiani ed esteri.
La realizzazione degli involucri conservativi delle singole unità archivistiche è affidata a uno speciale dipartimento del Laboratorio di Restauro e Conservazione, dotato di un Plotter Kasemake KM503A, con il quale è possibile creare involucri su misura per ciascun pezzo: ad oggi ne sono stati prodotti circa 52.000.



Laboratorio di Restauro e Conservazione dei Sigilli

Il Laboratorio di Restauro e Conservazione dei Sigilli fu istituito nel 1980 con il principale obiettivo di tutelare la preziosa collezione dei sigilli d’oro dell’Archivio Segreto Vaticano. Perfezionatosi nel corso dei decenni successivi, si occupa attualmente della salvaguardia e della valorizzazione dell’ingente patrimonio sfragistico dell’Archivio - diverse centinaia di migliaia di impronte in cera, ceralacca, carta e cera sotto carta, oro e piombo - attraverso mirati interventi di restauro, realizzati con metodologie d’avanguardia studiate per i diversi casi, con il preciso intento di limitare al massimo le integrazioni: fino ad oggi sono stati esaminati e sottoposti ad interventi di ripristino oltre 5.000 sigilli pendenti o aderenti.
Il laboratorio svolge inoltre studi approfonditi sulla realizzazione di sistemi utili alla corretta tutela del patrimonio sfragistico, pianificando gli interventi di condizionamento dei sigilli.